DALLO STORYTELLING AL RITRATTO ICONICO

Mi dedico alla fotografia di famiglia dal 2011, anno in cui ho deciso di lasciare il mio lavoro di architetto e di lanciarmi nel vuoto di una professione che nessuno mi aveva insegnato, mossa solo da quello che sentivo dentro: una grande volontà di esprimermi attraverso la fotografia.

In questi anni di lavoro, di confronto e di crescita ho sperimentato sul campo grazie ai miei clienti la potenza che ha la fotografia nella storia delle persone.

Dal matrimonio, al percorso di nascita fino alle sessioni di famiglia all’ aperto il mio compito è stato quello di raccontare una storia attraverso le immagini.

Le gallerie che producevo con gli anni e con l’esperienza si arricchivano di particolari, risultavano migliorate nella scelta degli outfit che sono diventati sempre più curati grazie anche al grande lavoro fatto per fornire ai miei clienti gli strumenti per arrivare preparati alla sessione: delle vere e proprie guide di stile che li aiutano a costruire il proprio mood al meglio.

Le gallerie prodotte lavorando nel senso dello storytelling sono spesso molto corpose, spesso si raggiungono i 30/40/50 scatti in cui uno si lega a quello successivo ed assume un senso solo vicino ad esso come quando si legge una storia e ogni parola assume un senso nella frase perché si lega a quella successiva.

Questo è lo STORYTELLING.

In fotografia di famiglia lo storytelling si esprime spesso nello stile lifestyle ossia con immagini molto spontanee e rilassate spesso ambientate in natura.

Questo è un servizio perfetto per le famiglie con bimbi piccoli, sotto i 5 anni d’età perché in natura i bimbi si sentono liberi e sereni e mi piace coglierli in quei momenti spensierati in cui si trovano assorti nei loro pensieri

.Lo storytelling è perfetto anche per il Percorso Nascita, a prescindere se i servizi saranno svolti all’aperto o all’esterno perchè il suo scopo è raccontare una storia e in questo caso la storia di una famiglia che nasce… Meraviglioso!

Per un servizio di questo tipo il prodotto “principe” che una famiglia posa desiderare è senz’ altro capace di accogliere al suo interno una grande quantità di immagini ognuna a suo modo interessante e unica.

C’è un’altra direzione a cui sto guardando da circa 2 anni a questa parte: la ritrattistica posata e in particolare il RITRATTO PITTORICO.

Scrivo questo articolo perché è importante capire la differenza tra i due approcci nella scelta del tipo di servizio da prenotare perché c’è una sostanziale differenza sia in fase di progettazione, sia per quanto riguarda il risultato finale, sia per quanto riguarda i prodotti stampati che si addicono all’uno o all’altro servizio.

La ritrattistica pittorica posata è adattta per persone dai 6 anni in su, è individuale, si preferisce cioè ritrarre l’individuo e punta a creare un RITRATTO ICONICO, che diventi lo specchio di quel suo periodo storico.

Per questo motivo non esiste solo la ritrattistica dei bambini ma è un servizio che si addice ad ogni età.

Pensate a cosa può significare un ritratto di questo tipo per una coppia di signori anziani…

Quando lo penso in questi termini mi rendo conto di tutto il valore che c’è dietro il mio lavoro.

Ed è un valore che con il passare del tempo aumenterà e non passerà mai di moda, ma anzi quando non ci saremo più diventerà un valore per altre persone a cui sei stato caro.

La sessione di ritratto fine art si snoda attraverso diversi set e outfit accuratamente progettati sulla base di un confronto con il cliente, sulle sue caratteristiche fisiche e sui suoi gusti personali e lo scopo della sessione è produrre un’immagine fuori dal tempo che abbia il sapore di un dipinto d’epoca.

C’è anche un gran lavoro di postproduzione che unita ad un sapiente uso della luce ed allo studio preliminare porta al risultato finale contribuendo a perfezionare il ritratto.

Per questo motivo la galleria che presento dopo una sessione Fine Art di circa 2 ore si compone di un massimo di 20 scatti sviluppati in camera chiara da cui potrai scegliere quello o quelli che saranno i tuoi ritratti stampati.

La postoproduzione fine art per la sua complessità verrà applicata esclusivamemte ai ritratti da te scelti per la stampa RIGOROSAMENTE FINE ART.

Il prodotto finale è un pezzo unico, prezioso ed elegante, un’immagine che rispecchia la tua personalità, i tuoi gusti, il tuo sentire. Che rispecchia te.  

Per concludere un pensiero sul QUANDO fare la sessione: fatta esclusione per i servizi del percorso nascita non esiste un momento più adatto di un altro per regalarsi una sessione fotografica.

Ogni volta che guardi tuo figlio e pensi che sta crescendo, ogni volta che ti guardi allo specchio e pensi “però dai non sono così male”, ogni volta che guardi i tuoi genitori con tenerezza e gratitudine per quello che ti hanno dato.

Ecco in tutti questi meravigliosi, semplici e quotidiani momenti è il momento giusto per chiamarmi.