Nasce Valeria Lobbia Boutique Photography

Amo l’idea di scrivere il primo articolo nel mio nuovo Blog, su questo nuovo sito, parlando del nuovo Brand, che ho inaugurato da pochi giorni.

Voglio raccontarvi questa storia perchè tutto ciò che vedete oggi di me stessa, del mio lavoro, di come è cresciuto in questi anni di frenetica ricerca e studio è il frutto di un percorso iniziato nel settembre 2018.

Il 2018 per me è stato Annus Horribilis, costellato di intoppi, problemi di salute, dubbi esistenziali, fatica, scarsità di chiarezza.

Ho conosciuto Fabrizia Costa nell’ambito social, lei è una coach di fama internazionale, molto seguita negli ambienti della fotografia, lei stessa è fotografa e da anni si dedica alla formazione di settore sui temi del Branding, Valore, Mindset, Workflow e tanto tanto altro.

E’ la madre di OTB, il suo percorso di formazione che insegna a pensare appunto OUTSIDE THE BOX.

Mi ha chiamata mentre ero al mare in seguito ad una mia richiesta in cui manifestavo l’interesse verso il suo percorso e da quel momento mi sono fidata di lei.

E’ diventata la mia coach, la mia guida, suggerendomi soluzioni alternative, facendomi ragionare sull’importanza di cercare un’unicità che in qualche maniera mi distinguesse nel mio mondo lavorativo.

Uno dei suoi famosi mantra è SE NON ESCI DALLA TUA COMFORT ZONE NON VAI DA NESSUNA PARTE.

Ecco, mi sento proprio di dire che dalla mia confort zone sono uscita molte volte, in generale nella vita ma ancora di più in questi due anni di lavoro.

Ho lavorato più di un anno su me stessa alla ricerca di questa unicità, scrivendo ogni mattina sul mio diario le mie aspirazioni, le mie intenzioni alla ricerca di ciò che faceva vibrare le corde profonde del mio cuore.

In qualche momento ho voluto mettermi dalla parte del mio cliente, cercando di capire quali sono le emozioni che portano una persona a volere fortemente un’esperienza del tipo che vado a proporre.

Un po’ di risposte le ho trovate, come è sempre stato in tutta la mia vita, nelle mie fotografie, e da tutta questa serie di pensieri oggi riesco a proporre in maniera credibile una sessione fotografica non come una sequenza di scatti, ma come lo sviluppo di un’IDEA, di un pensiero profondo che vado a fare sul soggetto che ho davanti.

Solo così riesco ad esprimere tutta la cura, tutta la dedizione e l’amore incondizionato che provo per le PERSONE.

Solo così riesco a creare per loro dei ritratti in cui nei loro occhi scintilla una luce unica.

Ma tutto ciò non sarebbe mai successo se non avessi avuto al mio fianco Fabrizia, che mi ha presa per mano e mi ha guidata attraverso questa nuova consapevolezza di me stessa.

A volte cazziandomi, a volte incoraggiandomi e infine proponendomi di curare insieme la mia immagine: il NUOVO BRAND che rappresenta questa nuova fase della mia vita lavorativa.

E’ nata così la VALERIA LOBBIA BOUTIQUE PHOTOGRAPHY, che nel suo nome racchiude l’essenza dell’idea che ho del mio lavoro: una boutique della fotografia che mette al centro il cliente facendogli vivere un’esperienza memorabile e conducendolo attraverso un’indagine per immagini della sua persona.

Il lavoro non è ancora finito, Fabrizia ama ripetermi che il Branding è un’affare lungo, si lavora in una prospettiva decennale, infatti le novità non sono finite, presto arriverà anche il rifacimento dello studio e dei campionari di album e prodotti stampati, tutto questo processo sarebbe dovuto esplodere in una grande festa di ri-apertura che ahimè non mi è possibile organizzare a causa di questo virus, ma che vi prometto faremo appena sarà possibile.

 

 

Fabrizia era la persona che dal punto di vista lavorativo aveva avuto modo di conoscermi meglio di chiunque altro, l’unica a cui mi sono sentita di affidare un lavoro di queste proporzioni.

Abbiamo lavorato 4 mesi tra Bath (Inghilterra) e Asiago, ha curato ogni aspetto del Brand, anche quando questa pandemia in cui ancora ci troviamo mi prendeva a schiaffi lasciandomi a casa senza lavorare per mesi, facendomi dubitare di riuscire a riaprire.

Fabrizia non ha mai vacillato neanche un momento nella sua fiducia nelle mie potenzialità.

Credo che il motivo profondo del grande successo di questa nuova identità visuale sia questo: due anni di lavoro, di scambi, di analisi e di crescita.

Credo che si capisca che dietro questa grande V che spacca l’immagine a metà, ci sia la presa di coscienza di tutto il lavoro fatto sotto la superficie delle cose, indagando nelle radici profonde dell’ESSERE.

Infine mi sento di ringraziare la mia collega e grande amica Giulia Crivellaro, che insieme a Claudio, suo compagno di vita e di lavoro mi hanno sostenuto in questo processo dedicando il loro tempo prezioso alla redazione di questo nuovo sito, senza di voi sarei ancora impantanata tra i codici html senza averne nessuna competenza.